Stufa a pellet? Ecco come installarla nella tua casa

stufa-a-pellet-modello-formaIl freddo è ormai arrivato e con esso l’esigenza di riscaldarsi durante le lunghe giornate invernali.

Un’alternativa alle classiche stufe a gas, al camino e ad altri tipi di riscaldamento è rappresentata dalle stufe a pellet.

Queste ultime vengono scelte poiché in grado di garantire un adeguato riscaldamento ad ogni tipologia di ambiente, abbattendo i costi e riducendo al minimo il rischio di incendi.

La sua installazione tuttavia, deve essere fatta con il massimo dell’attenzione, per evitare danni ed incidenti sgradevoli. Ecco perchè vogliamo fornirvi una mini guida su come fare.

Procuratevi la stufa a pellet, ovviamente, e martello, chiodi e cemento, e procedete informandovi presso la ditta produttrice delle indicazioni relative all’installazione del modello di stufa a pellet da voi scelto, dal momento che ognuna prevede delle procedure particolari.

Scegliete dove posizionarla e optate per un punto centrale che vi consenta di riscaldare per bene l’ambiente, va poi realizzata una presa d’aria dietro la stufa, alla quale verrà connesso un tubo con una griglia di metallo, preferibilmente in acciaio.

Mentre occorrerà una tubazione abbastanza lunga per installare il tubo per lo scarico dei fumi, da far passare nel muro dietro la stufa facendo un solco con martello e scalpello e coprendo il tutto con il cemento, in modo da rendere invisibile la canna fumaria.

Quest’ultima dovrà arrivare sopra il tetto e molte case sono già dotate di canna fumaria, facilitando quindi ulteriormente il lavoro. Il pavimento non deve assolutamente essere di legno o parquet, ma in cemento o mattoni, evitando il rischio di incendi accidentali.

A questo punto godetevi la vostra stufa a pellet, ma se la vostra casa è molto vecchia o non ve la cavate molto con il fai da te, non esitate a chiamare un tecnico esperto che potrà eseguire l’installazione in tutta sicurezza.

Stufa a pellet? Ecco come installarla nella tua casaultima modifica: 2014-11-04T17:34:38+00:00da cubetoni
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento